La verità sugli ingredienti degli shampoo 

Siliconi, solfati e parabeni

Per saperne di più Leggi di più

Nel mondo della cura dei capelli, esistono numerosi prodotti pensati per aiutarci a mantenere i nostri capelli sani, lucidi e belli. Ormai, gli shampoo sono dei veri e propri prodotti high-tech, che possono arrivare a contenere fino a 30 ingredienti. È quindi comprensibile che ci si interessi sempre più agli shampoo senza solfati, siliconi e parabeni. Diamo un’occhiata più da vicino a questi ingredienti e rispondiamo alle domande principali. Ti mostreremo come riconoscerli e qual è la loro funzione nei prodotti per capelli.

Per saperne di più Leggi di più

Siliconi nello shampoo

Per saperne di più Leggi di più

I siliconi sono spesso utilizzati non solo negli shampoo, ma anche nei balsami, nei trattamenti per capelli, nelle lacche e così via. Ma che cosa sono in realtà i siliconi? Il termine “siliconi” indica un gruppo di polimeri sintetici in cui gli atomi di silicio sono legati ad atomi di ossigeno per formare catene e/o reti molecolari. Questa varietà di possibili composti si traduce in un’ampia gamma di proprietà adatte all’uso nei prodotti per la cura dei capelli.

Per saperne di più Leggi di più
I siliconi sono utilizzati in molti shampoo e balsami convenzionali per rendere i capelli elastici, lisci e morbidi. Formano una sorta di pellicola protettiva intorno al capello, garantendo così una superficie liscia e una sensazione di morbidezza. I siliconi possono anche contribuire a ridurre l’effetto crespo, che dà ai capelli un aspetto scompigliato, e a proteggere i capelli dal calore e dalle influenze ambientali. Inoltre, i siliconi possono donare ai capelli spenti una maggiore brillantezza e possono contribuire a sciogliere i nodi nei capelli e ad aumentarne la pettinabilità. I siliconi possono anche far apparire qualsiasi capigliatura più leggera, ariosa ed elastica. 
Per riconoscere i siliconi negli shampoo o in altri cosmetici, è sempre bene dare un’occhiata all’elenco degli ingredienti. Molti composti siliconici hanno in genere nomi che terminano per “-cone”, “-siloxane” o “-conol”. Rappresentanti tipici di questa classe sono, ad esempio, Dimethicone (dimeticone), Cyclohexasiloxane (cicloesasilossano) o Dimethiconol (dimeticonolo). Il Dimethicone è il silicone più comunemente utilizzato nei prodotti per la cura dei capelli.

Perché usare uno shampoo senza siliconi?

Per saperne di più Leggi di più
Haarpflege Beratung 1500 x 1000

A prima vista, gli effetti sopra descritti, ottenibili aggiungendo i siliconi in shampoo e altri prodotti per capelli, possono sembrare buoni. Ma allora perché alcuni si chiedono perché i siliconi nello shampoo facciano male? Innanzitutto, di norma i siliconi non sono dannosi per la salute.

Tuttavia, esistono buoni motivi per cui si dovrebbe comunque optare per trattamenti per capelli senza siliconi. Siliconi e loro derivati “rivestono” pelle e capelli e li rendono morbidi ed elastici. Allo stesso tempo, però, ostruiscono i pori della pelle e la struttura dei capelli, impedendo a preziose sostanze nutritive di penetrare all’interno. Di conseguenza, i siliconi possono anche rendere i capelli meno facili da tingere. Alcuni utenti hanno anche l’impressione che i siliconi “appesantiscano” i capelli e che all’interno di questi ultimi si accumulino residui di prodotto difficili da eliminare.

Per saperne di più Leggi di più
haircare_2023_1500x900_wash
Inoltre, i siliconi possono essere nocivi per l’ambiente, in quanto alcuni di essi non sono facilmente biodegradabili. Infatti, possono accumularsi nell’acqua, non è facile rimuoverli dalle acque reflue e possono finire nei fiumi o nei laghi. In particolare, i siliconi utilizzati nei prodotti cosmetici soggetti a risciacquo, come gli shampoo, sono ritenuti i più pericolosi per l’ambiente.

È quindi opportuno utilizzare shampoo senza siliconi, come quelli di lavera. In primo luogo, uno shampoo senza siliconi può contribuire a rendere i capelli più lisci, rendendoli lucidi alla vista e setosi al tatto senza appesantirli. In secondo luogo, gli shampoo senza siliconi tendono a essere più rispettosi dell’ambiente, in quanto sono facilmente biodegradabili e non lasciano residui nocivi. Infine, anche l’uso di shampoo privi di silicone può contribuire a preservare la salute dei capelli a lungo termine.
Per saperne di più Leggi di più

Gli shampoo lavera contengono siliconi?

Nella cosmesi naturale certificata, evitiamo deliberatamente l’uso di siliconi in shampoo, balsami e trattamenti per capelli. Lavoriamo invece con oli vegetali naturali, proteine, peptidi, derivati di aminoacidi ed estratti vegetali, che possono essere assorbiti dalla pelle e dai capelli. Nei nostri prodotti per la cura dei capelli diamo grande importanza agli ingredienti naturali, e offriamo shampoo, balsami e trattamenti per capelli privi di siliconi, che detergono e si prendono delicatamente cura della tua chioma. Le nostre formulazioni sono inoltre vegane, prive di microplastiche e facilmente biodegradabili.

Per saperne di più Leggi di più

Suggerimento per passare a uno shampoo senza siliconi 

Per saperne di più Leggi di più

Porta pazienza! Quando si cambia shampoo, i capelli all’inizio possono apparire in qualche modo stressati, perciò ci vuole un po’ di tempo per abituarsi.

Per saperne di più Leggi di più

Che cosa fanno i solfati nella cura dei capelli?

Per saperne di più Leggi di più
I solfati sono un sottogruppo dei tensioattivi. I tensioattivi conferiscono allo shampoo le sue proprietà detergenti. Vengono principalmente utilizzati per rimuovere dai capelli le impurità e il sebo. I tensioattivi agiscono grazie alla loro struttura unica, che consente loro di rendere oli e grassi solubili in acqua. Le particelle di sporco, come i residui dello styling, diventano quindi idrosolubili e vengono rimosse dai capelli durante il risciacquo con acqua. I solfati sono anche altamente solubili in acqua. Inoltre, possono garantire che lo shampoo faccia una buona schiuma e sia facile da applicare. 

Ma attenzione: i solfati hanno un forte effetto detergente, quindi possono seccare la cute e i capelli. Ciò può far avvertire i capelli secchi e inaridire il cuoio capelluto. Questo è il motivo per cui non si dovrebbero usare shampoo con solfati tutti i giorni.   
Per saperne di più Leggi di più
Per riconoscere i solfati negli shampoo, dovresti dare un’occhiata all’elenco degli ingredienti del tuo prodotto per la cura dei capelli. I solfati più noti sono, ad esempio, il “Sodium Lauryl Sulfate” (lauril solfato di sodio, SLS), il “Sodium Laureth Sulfate” (laureth solfato di sodio, SLES) o l’“Ammonium Lauryl Sulfate” (laurilsolfato di ammonio, ALS).
Il Sodium Laureth Sulfate (SLES) è un tensioattivo utilizzato in molti shampoo o balsami per rimuovere le impurità e il sebo dai capelli. È strettamente legato al Sodium Lauryl Sulfate (SLS) e ha proprietà detergenti simili. Sebbene il Sodium Laureth Sulfate sia considerato un tensioattivo più delicato del Sodium Lauryl Sulfate, in alcune persone può seccare il cuoio capelluto. Quando si sceglie lo shampoo giusto, è sempre importante valutare le esigenze e le reazioni della propria tipologia di capelli.
Nella cosmesi convenzionale si utilizzano principalmente solfati come SLS e SLES, che hanno un elevato potere detergente, producono molta schiuma e, soprattutto, sono poco costosi. Tuttavia, questi possono irritare e seccare la pelle e suscitano preoccupazioni per l’ambiente. Nella cosmesi naturale, invece, si utilizzano solfati più delicati, più rispettosi dell’ambiente e meglio tollerati. In genere sono un po’ più costosi, perché si ottengono da fonti vegetali e il processo di estrazione è spesso più complesso e dispendioso.
lavera utilizza tensioattivi o solfati delicati, facilmente biodegradabili e ben tollerati. Si basano su materie prime rinnovabili e rappresentano un’alternativa più ecologica e rispettosa della pelle rispetto ai tensioattivi sintetici più aggressivi. Le nostre alternative naturali sono, ad esempio, i tensioattivi solfati (come il Sodium Coco-Sulfate, o sodio coco solfato (SCS)), che derivano dall’olio di cocco e sono un’alternativa a SLS o SLES. Altre alternative ai tensioattivi sintetici che utilizziamo sono i tensioattivi zuccherini (ad esempio Decyl Glucoside (decil glucoside)) o le betaine (come Cocamidopropyl Betaine (cocamidopropil betaina)).

Come riconoscere i parabeni nello shampoo?

Per determinare se siano contenuti in uno shampoo, è necessario consultare l’elenco degli ingredienti. Si riconoscono facilmente dalla desinenza “-paraben”. Ad esempio, possono avere nomi come “Methylparaben” (metilparabene), “Propylparaben” (propilparabene) o “Butylparaben” (butilparabene).

Per saperne di più Leggi di più
haircare_2023_1500x900_Produktfokus

Perché uno shampoo senza parabeni è migliore?

Sebbene i parabeni siano considerati i conservanti con il minor potenziale allergenico, sono comunque sostanze a cui alcune persone possono avere una reazione allergica. Inoltre, si sospetta che il Butylparaben e il Propylparaben influenzino il sistema ormonale (Rivalutazione dei parabeni da parte del Comitato scientifico per la sicurezza dei consumatori (SCCS) della Commissione Europea). Ciò significa che i parabeni possono imitare l’effetto di ormoni come gli estrogeni nel corpo umano e quindi alterare l’equilibrio ormonale. Sebbene il consenso scientifico non sia ancora definitivo, molte persone preferiscono gli shampoo senza parabeni per prudenza. Nella cosmesi naturale certificata, come quella di lavera, l’uso di parabeni non è consentito.

Per saperne di più Leggi di più

Benefici degli shampoo senza siliconi e parabeni

L’uso di shampoo senza siliconi e parabeni può quindi presentare diversi benefici: se il tuo shampoo è privo di parabeni, puoi ridurre i potenziali problemi di salute. Noi di lavera, ad esempio, utilizziamo gli oli essenziali come alternativa naturale ai parabeni. Lo shampoo senza siliconi lascia i capelli lisci e setosi in modo naturale. In lavera, ad esempio, ciò si ottiene attraverso l’uso di oli vegetali, come l’olio di argan, l’olio di macadamia, l’olio di jojoba, proteine (ad esempio proteine del pisello), sostanze curative vegetali o a base vegetale, come la gomma di guar (INCI: Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride) o l’olio di colza (INCI: PCA Glyceryl Oleate). 

Evitare i siliconi non è solo meglio per i nostri capelli, ma anche per l’ambiente. I solfati o tensioattivi sono essenziali per l’effetto detergente degli shampoo. Tuttavia, i tensioattivi delicati sono una scelta migliore, in quanto sono più rispettosi dell’ambiente e della pelle. lavera utilizza alternative naturali, come i tensioattivi solfati, i tensioattivi zuccherini o le betaine. Gli shampoo, i trattamenti e i balsami di lavera sono privi di siliconi e parabeni e contengono tensioattivi delicati.

Per saperne di più Leggi di più
Ops, il tuo browser non è supportato

Ciao! Sembra che tu stia cercando di accedere al nostro sito web con un browser non aggiornato. Sfortunatamente, il nostro sito web non funziona con esso. Possiamo chiederle di usare un altro browser?

Grazie!